Numero 1026 -


Mutamenti della destinazione del cortile comune

È estremamente significativo che la riforma della normativa condominiale del 2013 si sia preoccupata della "destinazione d'uso" delle parti comuni dell'edificio, segnatamente contemplando, nell'art. 1117- ter cod. civ., la possibilità per l'assemblea, entro certi rigorosi limiti, di modificarla; tuttavia tale disposto sicuramente costituisce una delle novità normative che danno maggiormente filo da torcere agli interpreti, anche se la portata appare alquanto limitata, forse perché gli operatori del settore sono stati spaventati dal complesso iter approvativo e dal quorum quasi proibitivo,...

Alberto Celeste
Magistrato

Consulente immobiliare

Il quindicinale che consente di muoversi con sicurezza nel settore immobiliare e dell'edilizia, da oggi ha una nuova versione digitale: scoprila!

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader