Numero 1116 -


L'amministratore giudiziario può essere sostituito in ogni tempo dall'assemblea condominiale

C on una recente sentenza - sia pure in parziale controtendenza con una decisione di poco precedente - il Supremo Collegio ha confermato la statuizione della Corte di merito, ad avviso della quale, in caso di conferimento di un incarico di amministratore di condominio disposto ex lege dall'Autorità giudiziaria, ai sensi dell'art. 1129, comma 1, cod. civ., fosse possibile revocare l'incarico medesimo, senza alcun risarcimento per l'anticipato recesso, anche in assenza di giusta causa, atteso che l'ufficio dell'amministratore giudiziario cessa quando vengono meno le ragioni presiedenti alla...

Alberto Celeste
Magistrato

Consulente immobiliare

Il quindicinale che consente di muoversi con sicurezza nel settore immobiliare e dell'edilizia, da oggi ha una nuova versione digitale: scoprila!

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader