Numero 1018 -


La differenza tra mediazione atipica e mandato: i chiarimenti della Cassazione

Quella corrente di pensiero secondo cui la mediazione ha una natura variabile e quindi può assumere i connotati di una figura non negoziale (quando il mediatore agisce di sua iniziativa per mettere in contatto le parti), oppure di un vero contratto (quando invece vi è stato il conferimento di uno specifico incarico al mediatore da almeno una delle parti) ha avuto un crescente successo in giurisprudenza. Tuttavia, nel 2009, la Suprema Corte è arrivata ad affermare che tutte le volte in cui il mediatore agisce per incarico (scritto o verbale) di uno dei contraenti, non può essere applicata al...

Giuseppe Bordolli
Avvocato

Consulente immobiliare

Il quindicinale che consente di muoversi con sicurezza nel settore immobiliare e dell'edilizia, da oggi ha una nuova versione digitale: scoprila!

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader