Numero 1047 -


Diritto dei singoli condomini all'adeguamento degli impianti comuni

Il singolo condomino non dispone di un'azione diretta per richiedere la messa a norma di un impianto condominiale e può soltanto avanzare, verso il condominio, una pretesa risarcitoria in caso di colpevole omissione nella sua riparazione o nel suo adeguamento oppure esercitare altri strumenti di reazione e di tutela, come le impugnazioni delle deliberazioni assembleari, i ricorsi contro i provvedimenti dell'amministratore, l'istanza di revoca giudiziale dell'amministratore o il ricorso all'autorità giudiziaria in caso di inerzia dell'assemblea.

Ettore Ditta
Avvocato

Consulente immobiliare

Il quindicinale che consente di muoversi con sicurezza nel settore immobiliare e dell'edilizia, da oggi ha una nuova versione digitale: scoprila!

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader