RUBRICHE

IMMOBILI E CONDOMINIO

LE FORMULE COMMENTATE

COMMENTI

L'installazione del cancello nelle parti comuni condominiali

Si verifica talvolta il caso in cui si desidera installare un cancello nell'androne dell'edificio oppure su un pianerottolo o su una diversa parte comune del fabbricato. Alla possibilità che l'assemblea condominiale decida di realizzare questa opera non corrisponde però il diritto di ciascun condomino ad eseguirla in modo autonomo.

FISCO

Superbonus anche per serramenti e schermature solari: i chiarimenti dell'AdE

Con la risposta a interpello n. 369 dell'8 luglio 2022 l'Agenzia delle entrate è tornata ad esaminare il dibattuto tema della sostituzione di serramenti e chiusure oscuranti, nonché della installazione di schermature solari, in relazione alla detrazione "Superbonus 110%". L'articolo illustra i contenuti di maggiore interesse ricavabili da questa nuova interessante risposta nel contesto del quadro normativo e interpretativo che regola la materia.

Noleggio di ponteggi ad aliquota IVA ordinaria

Con la risposta ad interpello n. 373 del 12 luglio 2022, l'Agenzia delle entrate chiarisce che le prestazioni che consistono nella messa a disposizione o nel montaggio e smontaggio di ponteggi senza ulteriori attività edili sono da fatturare con aliquota IVA ordinaria del 22%, indipendentemente dal tipo di intervento eseguito, dal tipo di immobile interessato e dalla tipologia di committente.

Iva

Fabbricati non ultimati e donazioni di denaro sotto la lente del Fisco

L'Agenzia delle entrate, con le risposte n. 365/2022 e n. 366/2022, ha fornito indicazioni importanti in ordine a due casi pratici, di cui il secondo piuttosto ricorrente: trattamento IVA per trasferimenti di fabbricati in corso di costruzione catastalmente rimasti ancora terreni e la tassazione ai fini dell'imposta di donazione di una somma di denaro a favore di un terzo.

EDILIZIA E URBANISTICA

Impianto fotovoltaico "libero" anche su fabbricati storici

L'impianto fotovoltaico, installato a copertura dell'edificio, anche se visibili dall'esterno, non configurerebbe automaticamente un'ipotesi di incompatibilità paesaggistica, in quanto la loro presenza sulla loro sommità degli edifici, pur modificando la morfologia della copertura, non è più percepita come fattore di disturbo visivo, bensì come un'evoluzione dello stile costruttivo accettata dall'ordinamento e dalla sensibilità collettiva. Questo è quanto espresso dal TAR Lombardia, Brescia, sent. n. 358/2022.

PROFESSIONI

FOCUS

Elenco di tutti gli argomenti

  1. a

    Agevolazioni fiscali

  2. c

    Condominio

  3. e

    Energie rinnovabili

  4. g

    Gare pubbliche

  5. i

    Iva

    Impianti

  6. l

    Locazioni

    Lavori pubblici

  7. m

    Mercato Immobiliare

    Mutui

  8. p

    Prevenzione incendi

    Parti comuni

    Professioni

  9. r

    Real estate

    Ricostruzione

    Rifiuti

    Riqualificazione

  10. s

    Società immobiliari

    Sostenibilità

    Sicurezza sul lavoro

    Strutture turistiche e ricettive

    Superbonus

loader