Numero 1063 -


Equivalenza tra rinuncia a diritti reali immobiliari e trasferimento

La rinuncia a diritti reali immobiliari deve essere considerata un trasferimento, in quanto dalla stessa deriva un arricchimento nella sfera giuridica altrui, per cui sono dovute anche le imposte ipotecaria e catastale nella misura ordinaria. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con ord. n. 2252/2019. In via amministrativa invece l'Agenzia delle entrate, con risposta n. 24/2019, ha precisato che il mancato utilizzo dell'area fabbricabile oggetto di rivalutazione, di cui alla legge 266/2005, dà diritto a usufruire del credito di imposta.

Antonio Piccolo
Dottore commercialista e revisore dei conti

Consulente immobiliare

Il quindicinale che consente di muoversi con sicurezza nel settore immobiliare e dell'edilizia, da oggi ha una nuova versione digitale: scoprila!

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader