Numero 1118 -


Il cortile si presume comune anche se vi si accede solo dalla proprietà esclusiva

Il Supremo Collegio, prendendo spunto da una lite tra vicini avente ad oggetto la legittimità o meno della collocazione di una canna fumaria e di una bocchetta di sfiato sul muro, ha ribadito il principio per cui il cortile, salvo titolo contrario, ricade nella presunzione di condominialità ai sensi dell'art. 1117 cod. civ., essendo destinato prevalentemente a dare aria e luce allo stabile comune, senza che tale presunzione possa essere vinta dalla circostanza che, ad esso, si acceda soltanto dalla proprietà esclusiva di un condomino, in quanto l'utilità particolare, che deriva da tale...

Alberto Celeste
Magistrato

Consulente immobiliare

Il quindicinale che consente di muoversi con sicurezza nel settore immobiliare e dell'edilizia, da oggi ha una nuova versione digitale: scoprila!

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader