Numero 1024 -


I latrati del cane: quando il padrone ne risponde penalmente

Se le immissioni moleste rientrano oramai nella top ten delle liti condominiali, un posto nel podio è senz'altro ricoperto dal rumore potenzialmente proveniente dal cane del vicino: in quest'ultima ipotesi, la tutela del dirimpettaio si rinviene sia nell'ambito civilistico segnatamente mediante l'art. 844 cod. civ., sia in quello penalistico concretizzando il reato di cui all'art. 659 cod. pen. Pertanto, pur avendo la riforma del 2013 precluso che le clausole del regolamento di condominio possano vietare la detenzione di tale animale domestico all'interno dell'unità immobiliare di proprietà...

Alberto Celeste
Magistrato

Consulente immobiliare

Il quindicinale che consente di muoversi con sicurezza nel settore immobiliare e dell'edilizia, da oggi ha una nuova versione digitale: scoprila!

Sei un nuovo cliente?

Scopri subito le offerte a te riservate

Acquista

Sei già in possesso di username e password?

loader